Spettacolo: Una comitiva in paradiso a cura di Associazione ad Hoc Onlus

_MG_9394c _MG_9399c _MG_9400c _MG_9401c _MG_9403c _MG_9406cc _MG_9434c _MG_9436c _MG_9444c _MG_9447c _MG_9448c _MG_9451c _MG_9454c _MG_9456c _MG_9468c _MG_9471c _MG_9474c _locandina_adhoc2

 

Nella foto un esemplare di Calla.

Fiore di origine Africana, fu introdotto in Europa nel 1731, assumendo il nome botanico di Zantedeschia, (in onore del medico botanico Francesco Zantedeschi). Appartiene alla famiglia delle araceae, attualmente il nome comune riconosciuto è calla, termine che deriva dalla parola greca kalos che significa bello. Attorno al fiore della calla ruotano vari significati e curiosità.

Secondo la tradizione religiosa la calla è un fiore originatosi dalle lacrime che la Vergine Maria versò ai piedi della Croce. Altre tradizioni religiose portarono a considerare la calla come la tromba che l’Arcangelo Gabriele avrebbe suonato nel giorno della Resurrezione. Cambiando periodo e argomento, in Irlanda, ad esempio, questo fiore fu scelto come simbolo della Repubblica d’Irlanda, nata dopo la rivolta di Pasqua del 1916. 

La mitologia greca invece, ci racconta che, la prima calla si è originata dalle gocce di latte materno della dea Era, divinità del matrimonio, cadute prima sulla Terra formando questa pianta, e poi nel cielo dando vita alla "Via Lattea".

 

Comments powered by CComment

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Cerca nel sito

chi è on line

Abbiamo 36 visitatori e nessun utente online